Sai come scegliere il frigorifero giusto?

Scegliere il frigorifero giusto che sia perfetto per le proprie esigenze non è facile: l’acquisto di un frigorifero nuovo rappresenta una scelta importante, anche in termini economici. Crea la casa vi aiuterà nel valutare gli aspetti principali e vi guiderà quindi nella scelta ottimale di questo elettrodomestico essenziale!

Vediamo come scegliere il frigorifero giusto

Il primo aspetto di cui tener conto è capire la capacità del frigo che deve essere adeguata al numero di persone che ne faranno uso. La prima domanda da porvi pertanto è: quante persone compongono la nostra famiglia? Tenete conto che per una persona basta un frigo da 100/150 litri mentre per 2/4 persone dobbiamo considerare una capacità tra i 220 ed i 280 litri. Questo é il primo aspetto da valutare anche perché influisce sui consumi: un frigo grande ma vuoto consumerà di più anche se di classe A.

come scegliere il frigorifero giusto

Stabilita la capacità, si può passare a valutare le dimensioni.

Lo spazio che lo accoglierà deve essere adeguato alla grandezza del frigo: la profondità di un frigo standard è pari a 60 cm anche per i modelli più piccoli, quello che cambia invece è la larghezza (differisce se sono ad incasso o a libera installazione) ed ovviamente anche l’altezza che và dagli 80 centimetri ai 2,00 metri. Tenete presente che i frigoriferi piccoli sono monoporta e hanno un piccolo reparto destinato alla zona congelatore disposto nella parte superiore. foto-2

Ovviamente la scelta del frigorifero non può prescindere dal tipo di cucina in cui andrà posizionato: il frigorifero ad incasso dà maggiore continuità alla composizione e si integra con le basi ed i pensili della vostra cucina in quanto sarà coperto da un pannello dello stesso tipo. Il frigorifero a libera installazione invece spezza la continuità dell’arredo (lo si trova in commercio di diverse tipologie e varietà di colori) e può essere di dimensioni maggiori.

foto-3

foto-4

Altro aspetto da non sottovalutare e da tener presente perché può influenzare la scelta del frigorifero giusto, sono naturalmente le proprie abitudini e la valutazione dei cibi che siamo abituati a consumare: se si preferisce fare la spesa quotidiana acquistando sempre cibi freschi, allora va bene il frigo monoporta con uno spazio freezer ridotto.  Ma se la propria abitudine é fare la spesa settimanale, allora si deve optare per un frigo a doppia porta (stile americano) oppure combinato.

 Il frigo stile americano, a volte anche chiamato “side by side”, incorpora spesso anche un distributore automatico di acqua e cubetti di ghiaccio (basta collegare l’elettrodomestico a un rubinetto dell’acqua) e si contraddistingue per le grandi dimensioni, date da due porte affiancate, e quindi una capacità maggiore che supera anche i 400 litri.

foto-5

Il frigo combinato invece è chiamato così in quanto dotato di uno sportello per la zona frigorifero, posta nella parte superiore, ed uno per la zona congelatore nella parte inferiore che pertanto ha un’ampia capacità e dà la possibilità di disporre e separare in modo ordinato i cibi diversi nei vari cassettoni.

 foto-6

Oggi sul mercato si trovano anche frigoriferi dotati di tecnologie moderne come display digitale con comandi touch, opzioni per maggiore risparmio energetico e riduzione di consumi: segnali acustici e luminosi che segnalano quando le porte del frigo non sono state chiuse bene o dotati di termostati che regolano la temperatura interna e permettono di mantenere i cibi freschi anche in caso di black out temporaneo in casa.

foto-7

Ma una delle opzioni essenziali dei frigoriferi moderni è la tecnologia “No Frost” che impedisce cioè la formazione della brina e del ghiaccio sulle pareti e sul fondo grazie ad un termostato del congelatore separato da quello del frigorifero; per evitare cioè che si congelino i vapori acquei provenienti dagli alimenti e dall’aria che entra ogni volta che si aprono le porte del frigo, all’interno del frigo il sistema di aspirazione è integrato da un evaporatore. E questa è una delle caratteristiche fondamentali che contraddistingue i frigoriferi “moderni” in quanto presenta molteplici vantaggi evitando la formazione di muffe e quindi di cattivi odori all’interno ed evitando poi la l’obbligo di dover effettuare periodicamente una sbrinatura manuale: si riducono così anche i consumi in quanto la temperatura all’interno dell’elettrodomestico resta più uniforme e costante.

I consigli pratici di Crealacasa: 

  • Il frigorifero in genere deve essere posizionato ad una distanza di 10cm dalla parete cui va accostato per evitare che il rumore che genera la ventola (soprattutto nei frigoriferi “no frost”) si ripercuota su tutta la parete generando fastidiose vibrazioni e rumori costanti.
  • Nel valutare lo spazio che si ha a disposizione, prima di acquistare il frigorifero, non dimenticate di considerare anche l’ingombro che esso occuperà anche con la porta aperta: soprattutto per i frigoriferi a libera installazione, le porte possono essere bombate con maniglie particolari (ad esempio i frigoriferi della “Smeg” o della “Bompani” in stile anni ’50): analizzate quindi le schede tecniche con un metro alla mano per misurare lo spazio che avete a disposizione e per essere sicuri che, una volta posizionati, potrete aprire le ante comodamente senza che queste sia in alcun modo ostacolate.

foto-8

 

Seguici

Crea la casa

Crea la casa è il Blog dei suggerimenti per la casa, qui troverai spunti e suggerimenti utili in vari campi del settore casa.
Crea la casa
Seguici
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *