Qual é il lampadario giusto per la tua casa?

La scelta del lampadario giusto che si integri perfettamente con l’arredo non è facile: quante volte dopo avere traslocato o aver ristrutturato casa si resta per mesi con la lampadina nuda al centro del soffitto proprio perché non si riesce a scegliere l’illuminazione adatta ai nostri ambienti?  lampadario giusto per la casa

I dettagli in un appartamento sono importanti, ancor di più se sono legati al l’illuminazione degli spazi!

Prima di scegliere il lampadario giusto si devono valutare alcuni aspetti come la dimensione (sia dell’ambiente che lo ospiterà che del lampadario stesso) il materiale, il colore, lo stile ed il tipo di illuminazione di cui abbiamo bisogno (diffusa o diretta).

Iniziamo quindi a guidarvi nella scelta per gradi, partiamo quindi dalle dimensioni: é chiaro a tutti che una stanza grande avrà bisogno di un lampadario proporzionato, mentre nelle stanze più piccole come cucina, bagno, disimpegno e ripostiglio sarà necessario installare apparecchi di illuminazione più piccoli.foto-2

foto-3

I lampadari a sospensione sono infatti adatti in ambienti più ampi: per una stanza di circa 30 mq sarà necessario scegliere un lampadario di circa 50/60 cm di diametro; per un ambiente di circa 15 mq la dimensione giusta scenderà intorno ai 40 cm oppure si può optare per faretti o applique a soffitto.

foto-4

Ma, oltre la dimensione, é importante anche la forma del lampadario: se avete ambienti con soffitti bassi, scegliete plafoniere a soffitto o lampadari che si sviluppano in orizzontale piuttosto che in pendenza per mantenersi in proporzione ed in equilibrio con l’ambiente nel quale vengono collocati. Una volta stabilita la tipologia di illuminazione, sarà quindi più facile scegliere il modello giusto in base allo stile dell’arredamento che avete in casa.

Potete sbizzarrirvi con la fantasia per quanto concerne invece i materiali anche se si deve comunque scegliere quello giusto in base alla sua collocazione: vetro di Murano nella camera da letto o in cucina (ancor meglio se colorato) 

 ma mai nella cameretta dei bambini: per questa stanza scegliete lampadari più pratici e robusti, semplici e colorati, che possano resistere alle eventuali “pallonate”.  

Il tipo di uso a cui il lampadario é destinato é altro aspetto importante che deve influire sulla vostra scelta: luce forte, diretta in un ambiente tipo studio o cucina; faretti o fasci di luce con led laddove non serve una luce di precisione ma comunque aiutano a definire gli spazi e ad arredarli.

foto-7

Parliamo come ultimo aspetto, ma non per questo meno influente, dei colori: è importante ricordare, ancora una volta, che più i colori sono scuri e maggiore sarà l’assorbimento di luce. Pavimenti scuri come parquet in noce o in grès grigio antracite oppure colori scuri alle pareti o ancora arredi come mobili in wengé, devono ripercuotersi anche sulla scelta del lampadario che dovrà avere una potenza adeguata alle necessità di maggiore illuminazione.

 

Su queste basi, tra gli infiniti cataloghi di lampadari troverete di certo quello che sappia congiungere al meglio le vostre esigenze con i vostri gusti e potrete scegliere tra tipologie di illuminazione moderne, minimaliste oppure ricche di decori, classiche anziché rustiche, etniche o in vetro.

Non esitate a contattarci se avete bisogno di un aiuto nella scelta! Crea la casa è il blog dei suggerimenti per la casa. 

 

Seguici

Crea la casa

Crea la casa è il Blog dei suggerimenti per la casa, qui troverai spunti e suggerimenti utili in vari campi del settore casa.
Crea la casa
Seguici
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *