Il parquet negli appartamenti: come scegliere e come conservarlo.

 

Il parquet ormai è diventato un elemento caratterizzante gli appartamenti, ma una volta deciso di averlo in casa bisogna saper scegliere e saperlo conservare : esso crea ambienti accoglienti e “caldi”, grazie al fatto che da sempre il legno é un materiale che ha anche caratteristiche di isolante termico ed acustico; a prescindere dal tipo che si sceglie, solitamente si opta per il parquet proprio per evitare l’impatto freddo che alle volte possono dare le mattonelle in grés e avere la tranquillità di far giocare i propri figli x terra o a piedi scalzi anche d’inverno!

Esistono tantissime qualità e tipologie di parquet e la scelta può non essere facile, anche perché condiziona l’arredo della propria casa, oltre alla selezione delle porte interne e degli infissi esterni. Vi aiutiamo noi nella scelta e nella manutenzione con qualche consiglio.
parquet1Negli ambienti con poca luce, è bene usare un tipo di parquet chiaro: per esempio il pino naturale o il rovere sbiancato o il faggio. La stessa scelta é ideale anche in presenza di un arredo classico e scuro o bianco e moderno.

parquet2

In genere è sempre meglio optare per una tonalità che stacchi completamente da quello degli infissi,  per evitare di accostare due tonalità simili ma non uguali.

I legni rossi sono adatti ad ambienti più rustici ed i più diffusi sono il merbau e il ciliegio.

I legni scuri come Il wengé sono molto resistenti e sono anche meno soggetti degli altri a cambiamenti di colore se esposta a raggi solari; si prestano ad ambienti luminosi con arredi bianchi.

parquet3

 

 

 E poi ci sono i legni bruni come l’iroko, il teak e l’Afromosia che sono i più resistenti anche all’umidità: ideali per ambienti come bagno e cucina anche se è sempre preferibile non utilizzare il parquet in questi ultimi due ambienti per evitare di doverlo sostituire dopo poco a causa dell’umidità.

Il legno prefinito é più economico perché più veloce da posare in quanto già pronto e non richiede trattamenti ed inoltre di facile manutenzione ed ottima resistenza all’umidità. Ovviamente cambia lo spessore e quindi la durata nel tempo.parquet4

parquet5

Lo spessore del legno è fondamentale: non tutti i pavimenti in legno infatti possono definirsi parquet, ma solo quelli con uno spessore dello strato superiore di almeno 2,5 mm prima della posa. La posa avviene nella maggior parte dei casi con la colla su un pavimento esistente, evitando pertanto i costi della rimozione oltre che quelli della posa stessa. Il problema é che dopo questa operazione il parquet inizia ad ossidarsi, cambia colore e le venature diventano più omogenee. Ovviamente questo fenomeno varia sia nei tempi che nel cambiamento di colore,  e ciò dipende dalla quantità di luce alla quale viene esposto il legno.

Se il parquet deve essere accostato alle piastrelle, che hanno generalmente uno spessore di 10-12 millimetri, lo spessore da impiegare dovrà essere identico. Se c’è necessità di montare un parquet di spessore maggiore, sarà necessario utilizzare dei giunti di discesa, tra le zone rivestite con il parquet e quelle rivestite con le piastrelle.

Manutenzione ordinaria del parquet 

Per pulire il parquet prefinito basta utilizzare un panno inumidito ed un detergente, invece sui parquet di spessore mm 14/15 è possibile comunque effettuare la lamatura da 2 a 4 volte, applicando poi un tipo di verniciatura di rifinitura.

In ogni caso ci sono dei consigli da tener presente per fare in modo di preservare quanto più possibile il nostro pavimento in legno, che comunque ha bisogno di un po’di attenzioni in più.

parquet6

  1. Non versare troppa acqua su di esso e, se dovesse capitare, va asciugata subito per non lasciare aloni o fastidiose macchie; anche quando si lava il parquet il panno deve essere ben strizzato per evitare che l’acqua si inserisca nelle fessure;
  2. evitare di camminare con i tacchi alti in casa;
  3. se è un parquet rifinito a cera, una buona manutenzione consiste nel ripassare la cera almeno una volta al mese, mentre i parquet rifiniti ad olio vanno ripassati almeno una volta l’anno.

Manutenzione straordinaria del parquet 

Occorre una manutenzione particolare per le macchie difficili o per i graffi tenendo conto comunque del fatto che anche quando c’è una cura costante del pavimento in legno, questo, con il passare degli anni ed il calpestio quotidiano, comunque perde lucentezza.

parquet7

 

Per le macchie più semplici (cioccolato, vino, smalto, etc..) basta strofinare la superficie con un panno imbevuto di acquaragia ma occorre dopo ripassare comunque la cera sull’intera superficie della stanza per renderla di nuovo lucido ed omogenea;

Per le macchie più difficili (caffè, olio o inchiostro) si può provare a metter sopra un po’ di borotalco e lasciarlo lì anche per un paio d’ore per dare il tempo di assorbire lo sporco. Dopo si deve trattare la superficie con dei solventi specifici per le superfici in legno.

E poi dobbiamo parlare dei graffi: il trattamento da fare è delicato e quindi se si tratta di vere e proprie rigature è meglio rivolgersi ad uno specialista e far lamare tutta la superficie. Se invece i graffi sono superficiali basta una noce: strofinandola sul parquet rilascerà un olio che coprirà il graffio in modo rapido e pulito. Per i graffi un pochino più profondi basta seguire questi due piccoli passaggi:

  • utilizzare, una carta vetrata da strofinare nel verso delle venature sulla parte graffiata con molta delicatezza;
  • cera per pavimenti (o prodotto per parquet) mescolata con un po’ di semplice lucido per scarpe, creano un impasto perfetto che, applicato leggermente con un panno morbido sulla superficie interessata, uniforma il tutto e fa sparire il graffio!

Qualche link utile per la posa…

http://www.dimaioparquet.it

http://www.venditaparquet.it

 …e qui trovate tutto per la manutenzione

http://www.eternalparquet.it

Per qualsiasi consiglio o dubbio o se hai bisogno di un aiuto pratico contattaci!

info@crealacasa.it

manutenzione@crealacasa.it

Seguici

Crea la casa

Crea la casa è il Blog dei suggerimenti per la casa, qui troverai spunti e suggerimenti utili in vari campi del settore casa.
Crea la casa
Seguici
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *