I lavori in casa e le detrazioni fiscali

Una notizia interessante che farà venire voglia a tanti di intervenire su quelle parti della casa che non fanno più al caso loro, a prendere in considerazione l’idea di trasferirsi in un appartamento rendendolo più adatto alle esigenze della famiglia, e così via: lo sapevate che èpossibile detrarre dall’IRPEF una parte delle spese sostenute per ristrutturare le abitazioni? Non solo: le detrazioni fiscali possono estendersi anche agli importi spesi per l’acquisto di grandi elettrodomestici, purchè in linea con  i principi Eco, e che garantiscano interventi volti a garantire il risparmio energetico.

Vediamo nel dettaglio come funziona e quali sono i limiti temporali previsti dalla legge:

  1. Interventi di ristrutturazione: sostenendo spese per i lavori di ristrutturazione edilizia si può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Secondo una speciale deroga temporanea, per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014, la detrazione Irpef sale al 50%, passando al 40% per il periodo 1º gennaio 2015 – 31 dicembre 2015. La detrazione riguarda spese sostenute per opere di straordinaria manutenzione, per le prestazioni professionali e per l’acquisto di materiali. I pagamenti devono essere effettuati tramite bonifico bancario. Infine, l’ammontare complessivo va suddiviso tra tutti i soggetti, aventi diritto alla detrazione, che hanno contribuito alle spese (es. marito e moglie). La detrazione è valida solo per le abitazioni;
  2. Acquisto mobilio e grandi elettrodomestici: il decreto legge 63 del 4 giugno 2013 prima e la legge di stabilità per il 2014 hanno riconosciuto una detrazione del 50% anche sulle ulteriori spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. L’acquisto deve essere effettuato nel periodo compreso tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2014. E’ importante ricordare che per ottenere il bonus è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni.
  3. Risparmio energetico: è possibile accedere alla detrazione fiscale in caso di sostituzione dei serramenti. A tal fine, è necessario che l’edificio sia già esistente e dotato di impianto di riscaldamento.

Ai seguenti links troverete una guida completa ed aggiornata messa a disposizione dalla Agenzia delle Entrate, con data maggio 2014:

http://www.agenziaentrate.gov.it

http://www.agenziaentrate.gov.it

Che aspettate? La casa dei vostri sogni può diventare realtà!

Per info e consulenze sull’argomento, contattaci agli indirizzi:

info@crealacasa.it

immobiliare@crealacasa.it

Seguici

Crea la casa

Crea la casa è il Blog dei suggerimenti per la casa, qui troverai spunti e suggerimenti utili in vari campi del settore casa.
Crea la casa
Seguici
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *