Come mettere il Parato – Parte I

Rivestire le pareti con carta è semplice e, soprattutto, è una tecnica che non è mai passata di moda! Occorrono pazienza e precisione nel taglio dei fogli di carta e nel cercare di stenderla senza creare bolle o pieghe, ma l’effetto elegante o divertente, a seconda del tipo di carta scelta, sono assicurati! Seguiteci passo passo ed avrete una camera come nuova!

Anche nel caso in cui si scelga la posa del parato, così come per la pittura, è necessario raggruppare tutti gli arredi della stanza al centro di essa e coprirli e fare attenzione a proteggere anche il pavimento ed il battiscopa con cartoni per rendere più facile la pulizia a lavoro finito.

 Il primo passo da fare, se sulle pareti è già presente un vecchio parato ormai sporco, è capire la sporcizia da cosa deriva: potrebbe bastare pulire il vecchio parato piuttosto che toglierlo del tutto e sostituirlo! La pulizia si fa con acqua e detergente, usando estrema cautela senza strofinare la macchia che, una volta asciugata, potrebbe essersi estesa lasciando uno spiacevole ed antiestetico alone. Si consiglia quindi l’utilizzo di un panno umido sull’alone, per asciugare l’eventuale acqua in eccesso, e poi passare un altro panno , stavolta asciutto, con piccoli movimenti leggeri circolari. In alternativa in commercio si trovano delle fantastiche “gomme magiche”simili alle gomme da cancellare comuni che vanno inumidite leggermente e poi passate sulla macchia.

Come procedere quando vogliamo davvero togliere il vecchio parato per portare un po’ di novità nella stanza o se per esempio sono cambiate le esigenze di nostro figlio che ormai è cresciuto?

Solo iniziando a togliere la vecchia carta da parato possiamo capire che tipo è: se non si riesce a togliere facilmente con le mani, strappandola piano piano, ma viene via solo il primo strato, allora probabilmente il parato è al vinile; se si stacca a piccoli pezzettini, allora è carta da parato tradizionale.

In alternativa ai solventi ed ammorbidenti che si trovano in commercio, spesso non molto economici, si può sempre utilizzare acqua calda oppure acqua e aceto. Si bagna il rullo o il pennello e si procede con 2/3 passaggi sulla carta che, assorbendo lentamente l’acqua, sarà più facile da  togliere con l’aiuto di una spatola. Subito dopo si dovrà procedere pulendo la parete con acqua e sapone, facendosi aiutare da carta vetrata per piccoli residui eventualmente rimasti attaccati sulla parete.

La carta da parato tradizionale è quella più difficile da togliere e per la quale forse la soluzione migliore è l’utilizzo di una macchina a vapore (tipo vaporella) facendo attenzione all’acqua calda che potrebbe gocciolare dalla macchina e quindi consigliamo sempre l’utilizzo di guanti. Se non si possiede una macchina a  vapore, prima di procedere alla rimozione si possono fare dei piccoli fori nella carta da parato vecchia, facendo attenzione alla tipologia di muro sulla quale è attaccata (la maggior parte delle volte sono mattoni con intonaco ma potrebbe anche essere cartongesso ed in quel caso più delicato), in modo da far penetrare meglio l’acqua che andiamo ad applicare.

 Come indicazioni nella scelta della carta, valgono le stesse che abbiamo già dato per la pittura: fate attenzione agli arredi ed ai colori già presenti nella stanza, in modo da creare un ambiente armonioso; dettaglio importante nella scelta del materiale è che esso sia lavabile/idrorepellente, in modo che risulti facilmente pulibile dalle macchie facili quali matita o pedate (soprattutto se in una camera da letto di bambini). Un piccolo trucco ‘antimacchia’: su una carta da parato con delle decorazioni le macchie saranno meno visibili, ma sarà più difficile applicarla facendo combaciare perfettamente i disegni…scegliete voi!

Seguici

Crea la casa

Crea la casa è il Blog dei suggerimenti per la casa, qui troverai spunti e suggerimenti utili in vari campi del settore casa.
Crea la casa
Seguici
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *