Crea la casa vi ha già parlato della tendenza shabby chic che sembra essere davvero uno stile praticato da molti: è una tendenza che, riprendendo la tecnica decapè, ha una finitura che consente di trasformare e riutilizzare vecchi mobili, porte ed altri complementi d’arredo che così trasformati abbandonano la loro veste originale per risplendere di una luce diversa. La luminosità è la principale delle caratteristiche di questa rielaborazione.

Lo Shabby si realizza solo con colori molto chiari, ed è bello vedere come da oggetto vecchio e scuro, se sapientemente modificato, possa diventare un elemento di arredo piacevole e di tendenza. 

shabbare stile

Lo shabby realizzato con il fai da te rappresenta anche un bel divertimento per chi lo esegue: si può recuperare un vecchio mobile trovato in cantina, ma se sì è particolarmente attratti da questa tecnica, si possono acquistare mobili  o complementi di arredo di seconda mano e procedere alla shabbatura a seconda della suggestione che l’oggetto ispira.

Puoi trovare tante offerte su www.subito.it

Vediamo i passaggi fondamentali ed i materiali che occorrono per shabbare con stile.

Shabbare un mobile è più semplice di quanto si creda, ma soprattutto permette di riportare a nuova vita mobili che non ci piacciono più, che hanno bisogno urgente di un restyling o che, semplicemente, ci ispirano una nuova visione di essi.

  1. Se hai scelto un mobile con maniglie, ante o cassetti li si deve smontare , facendo attenzione eventualmente alle parti in vetro: Crea la casa ti consiglia di fotografare il mobile prima di smontarlo, per avere un’ esempio sempre a portata di mano di come rimontarlo. Proteggi tutte le parti da NON DIPINGERE con lo scotch di carta, così verrà via molto facilmente e non lascerà traccia.

 

2. A questo punto, si procede scartavetrando accuratamente con la carta abrasiva il mobile o l’oggetto. Questa rappresenta una fase molto importante, in quanto elimina dall’oggetto tutta la vernice lucida che lo rende così moderno: Crea la casa ti consiglia durante questa operazione, di operare all’aperto, di indossare una mascherina e di proteggere il pavimento anche con dei semplici fogli di giornale. Elimina poi i residui di polvere prima con un pennello piatto e poi con stracci bagnati.

3. Ora è arrivato il momento di passare prima mano di pittura, lasciare asciugare bene e poi dare una seconda mano. Infine, scartavetrare tutte quelle zone da shabbare e si desidera mettere in evidenza. Così facendo invecchierai il mobile, facendo uscire le parti più scure sotto la superficie della pittura. Crea la casa consiglia di usare per questa operazione carta abrasiva di diversa grana per ottenere il giusto grado di shabbatura desiderato. Per la finitura, passa una mano di cera, che toglierai successivamente con un panno di lana.

L’occorrente per shabbare

  • Mobile o oggetto da shabbare
  • carta abrasiva di varia grana
  • pennello piatto
  • scotch di carta
  • vernice per pareti/ chalk paint
  • cera trasparente

Dunque, se in casa hai sedie vecchie, tavoli, porte, infissi in legno rovinati, macchiati, sciupati, invece di buttarli dona loro una seconda occasione e trasformali secondo i dettami dello stile shabby chic! Non occorrono grandi spese o troppa fatica, ma solo del tempo da dedicare e un poco di pratica.

Crea la casa ti propone anche qualche tutorial su you tube dove trovare spunti e ulteriori suggerimenti:

Inoltre, su Facebook  trovate molti gruppi di lavoro: a nostro parere Mano ai pennelli  e Shabby & crafts sono tra i migliori!

 

Crea la casa
Seguici

Crea la casa

Crea la casa è il Blog dei suggerimenti per la casa, qui troverai spunti e suggerimenti utili in vari campi del settore casa.
Crea la casa
Seguici