Ristrutturare casa, per quanto possa essere un bel cambiamento della vostra vita, sia che si tratti di un lavoro completo o di qualche semplice ritocco, crea comunque molte preoccupazioni che partono, naturalmente, dal non sapere a quale spesa si va incontro e dal non avere un’idea chiara dei tempi che occorrono per farlo.

Crealacasa cercherà, ancora una volta, di guidarvi in questo passo importante della vostra vita per poterlo affrontare, se non altro, con maggiore consapevolezza per evitare di incorrere in brutte sorprese.

Innanzitutto affidarsi ad un architetto, professionista della materia, è importante proprio perché vi aiuterà guidandovi, passo per passo, durante tutto il percorso della ristrutturazione, dettandovi i tempi giusti delle scelte che sarà necessario affrontare per non trovarvi mai in affanno sull’acquisto dei materiali.

L’architetto infatti farà da mediatore tra voi e l’impresa esecutrice delle opere, interpretando, sin dall’inizio, i vostri gusti e le vostre esigenze!  

ristrutturare casa

E’ una figura professionale che sa valutare ogni aspetto prima di redigere il progetto, partendo quindi dall’analisi delle esigenze familiari ma senza tralasciare la fattibilità tecnica e strutturale nel rispetto della normativa vigente in materia, fino alle valutazioni economiche, indicandovi magari anche gli incentivi fiscali di cui si può usufruire.

Ma iniziamo con ordine per chiarire i cari passaggi per affrontare con “il piede giusto” questa bella esperienza, evitando così un inutile dispendio economico e di energie!

  1. Dopo aver deciso chi sarà il vostro architetto di fiducia, che vi farà sia da progettista delle opere che da Direttore dei Lavori, ed aver concordato con lui il giusto compenso per le prestazioni professionali che è chiamato a svolgere per voi, dovete fargli capire qual è il vostro “genere” di casa, le vostre preferenze in merito e soprattutto le vostre abitudini: in tal modo sarà più facile per il vostro tecnico, progettare la vostra casa ideale che sia perfetta per voi!!! 

2. Una volta definito il progetto di massima, l’ architetto stilerà un computo metrico delle opere necessarie apponendovi i prezzi di mercato, in modo che voi possiate avere una stima delle lavorazioni e farvi un’idea della spesa alla quale dovete andare incontro: tale passaggio vi aiuterà quindi anche a capire se modificare il progetto stabilito al fine  di limare le spese o se potete confermarlo!

Il vostro architetto, a questo punto e se è necessario, potrà aiutarvi anche ad individuare, attraverso le vostre priorità, i lavori indispensabili e quelli eventualmente meno e magari anche a distribuire al meglio il vostro budget sulle varie categorie di lavori

3. Da tale computo metrico, il vostro tecnico redigerà quindi il progetto definitivo ed anche una richiesta offerta delle opere necessarie:  cioè toglierà i prezzi precedentemente apposti alle singole lavorazioni, in modo che voi possiate avere un elenco delle opere da presentare a diverse imprese esecutrici che saranno chiamate ad apporre i propri prezzi.

Avrete così un confronto diretto per poter scegliere la ditta che vi offrirà quello che voi ritenete essere il miglior rapporto qualità/prezzo. 

4. Una volta scelta la ditta che eseguirà i lavori nella vostra casa, l’architetto potrà redigere la pratica edilizia necessaria per effettuare i lavori in regola con le normative urbanistiche esistenti, allegando ad essa anche i documenti della ditta esecutrice (il DURC).

NOTA BENE: è da tener conto che oggi, per i lavori di straordinaria manutenzione da realizzare all’interno dell’immobile, è necessario redigere una C.I.L. (Comunicazione di Inizio Lavori) a firma del vostro tecnico, completa di tutti gli allegati necessari e con un bollettino per i diritti di segreteria pari ad € 125,00 ed i lavori potranno avere inizio già dal giorno dopo la presentazione di tale pratica

  1. Lo stesso architetto vi aiuterà anche nella redazione di un piccolo contratto tra la proprietà e l’impresa esecutrice scelta a tutela di entrambe le parti per stabilire e fissare su carta le modalità di esecuzione dei lavori, la tempistica e le modalità di pagamento nel corso della durata delle opere.

2. A questo punto inizieranno i lavori e l’architetto ha il compito di effettuare sopralluoghi in cantiere e relazionare alla proprietà lo svolgimento delle opere. 

sopralluogo architetto

3. Una volta effettuate le demolizioni necessarie e previste nel progetto, prima di procedere con la realizzazione dei tramezzi, il tecnico farà effettuare dalla ditta lo “spiccato” e cioè sarà sistemata sul pavimento solo una prima fila di mattoni in modo da poter dare un’idea reale del progetto che fino ad adesso è stato definito solo su carta: in questo modo, il tecnico nel corso di un sopralluogo, vi spiegherà sul posto il progetto, fornendovi tutte le opportune spiegazioni, per avere l’ok per procedere. 

4. Dopo aver tirato su i tramezzi, si potrà così procedere con l’impiantistica, sulla base di quanto stabilito e determinato sia sui grafici di progetto che nel computo metrico: ogniqualvolta si rende necessario effettuare una modifica e/o un’integrazione a quanto inizialmente stabilito, dovete essere avvisati e non si deve procedere senza che voi abbiate dato il vostro consenso!

 

5. L’architetto vi indicherà i tempi corretti per effettuare i vari acquisti delle forniture necessarie, tenendo conto delle tempistiche di spedizione dei materiali in cantiere, in modo che l’impresa esecutrice possa procedere senza inutili soste e vi accompagnerà, se preferite, anche dal fornitore per darvi una mano nella scelta dei pavimenti e dei rivestimenti necessari. 

 

6. Periodicamente l’impresa presenterà dei S.A.L. (Stati di Avanzamento Lavori), nei tempi e nei modi stabiliti nel contratto stipulato prima dell’inizio dei lavori, e la contabilità dovrà sempre essere controllata e vidimata dal vostro architetto che controllerà sia le lavorazioni che le quantità realizzate.

7. Alla fine delle lavorazioni, il vostro tecnico redigerà la chiusura dei lavori che sarà completa anche di aggiornamento catastale ed il tutto sarà inviato all’Ufficio dello Sportello Unico dell’Edilizia Privata di Napoli per chiudere la pratica; vi dovrà consegnare quindi, a fine opere, il fascicolo completo sia della pratica edilizia presentata, sia della chiusura ma anche dell’accatastamento presentato all’Agenzia del Territorio di Napoli, che di un cd contenente tutte le foto effettuate nel corso dei sopralluoghi in cantiere. 

 

NOTA BENE: Con l’aiuto di un professionista esperto, di sicuro risparmierete sia sui tempi che sui costi in quanto saprà consigliarvi anche i fornitori che offrono il miglior rapporto qualità prezzo dei prodotti.

Dovete comunque tener presente però che per la ristrutturazione completa  di un immobile, sono necessari almeno 3 mesi, perché ogni processo di lavorazione ha bisogno dei propri tempi obbligati e far lavorare maestranze diverse contemporaneamente comporterebbe solo una gran confusione all’interno del cantiere e quindi un dispendio di energie senza riuscire a ridurre i tempi.

 

 

Crea la casa
Seguici

Crea la casa

Crea la casa è il Blog dei suggerimenti per la casa, qui troverai spunti e suggerimenti utili in vari campi del settore casa.
Crea la casa
Seguici