0 Flares 0 Flares ×

Quando si ristruttura casa, può essere utile valutare l’idea di scegliere se abbattere pareti divisorie  per creare un ambiente unico (il cosiddetto open space) e Crea la casa vuole valutare insieme a voi quali sono  i pro e i contro di queste possibilità:

open space

OPEN SPACE si o no?

L’open space è uno spazio senza nessuna divisione tra le varie zone della casa, a favore di un unico ambiente: questa definizione si riferisce alle principali aree living della casa quali cucina, soggiorno e sala da pranzo combinate in un unico grande spazio.

Una tendenza passata prevedeva che le stanze della casa fossero ben distinte tra loro, poi una trentina di anni fa,  negli anni ’80,  il concetto di uso esclusivo degli spazi cambiò e si cercò condivisione e le pareti divisorie sparirono: nacque il concetto di l’open space.

L’open space, però, può non piacere a tutti e qui vi aiutiamo a capire se fa al caso vostro

MANCANZA DI SPAZIO

Una motivazione per scegliere l’open space al momento di ristrutturare, è senza dubbio la mancanza di spazio: abbattere le pareti significa davvero rendere gli spazi molto più vivibili. Se le stanze, al contrario,  sono già molto grandi, potrebbero invece diventare dispersive,quindi, se proprio non potete resistere al fascino del tutto aperto, optate per una divisione mediante un arco per rendere meno evidenti  le dimensioni.

SI: AMPLIA GLI AMBIENTI / NO: DA EVITARE IN AMBIENTI GIA’ GRANDI

ORDINE

Se amate l’ordine in casa, valutate bene la scelta dell’open space: in un ambiente aperto è più difficile tenere tutto ordinato alla perfezione:  rischiate di passare ogni minuto libero a pulire nel terrore che arrivi gente e trovi in disordine.

SI: TUTTO A PORTATA DI MANO / NO: DISORDINE DIFFICILE DA NASCONDERE

PRIVACY

L’open space è anche questione di condivisione: se siete soliti ospitare spesso gli amici, bisogna sapere che non ci sarà un altro ambiente dove stare in tranquillità. D’altronde se avete una famiglia che ama stare in compagnia, l’open space soggiorno-cucina diventa il luogo ideale per dare feste e fare cene, perché permette di accogliere un bel tavolo ampio e tante sedie.

SI: CONDIVISIONE / NO: MANCANZA DI PRIVACY

RISPARMIO ENERGETICO

Un open space implementa l’aumento di luce naturale ed il legame con l’esterno: gli abitanti della casa, in qualsiasi parte della casa si trovino, possono godere della luce proveniente dall’esterno. L’illuminazione di un open space prevede meno punti luce, e questo abbatte sicuramente i costi per l’energia elettrica; per quanto riguarda il riscaldamento, l’open space è perfetto se si ha una stufa a pellet o un termo camino, perché il  calore di può raggiungere tutti gli angoli, garantendo un buon risparmio.

SI: RISPARMIO IN BOLLETTA / NO: NESSUNO!

IL COMPROMESSO: LE PARETI SCORREVOLI

La soluzione migliore tende ad offrire la scelta di aprire o chiudere gli spazi, a seconda delle esigenze di chi vive la casa: la possibilità di flessibilità rasserena perché permette di disporre gli spazi assecondando i vari momenti della giornata.

Perciò, via libera a porte o pareti scorrevoli, separè, pareti rotanti, decidendo di volta in volta se condividere o a vivere momenti individuali, sfruttando al meglio gli ambienti.

Se anche tu hai bisogno di modificare la tua casa o vuoi semplicemente renderla più spaziosa e funzionale

Contattaci!

Crea la casa
Seguici

Crea la casa

Crea la casa è il Blog dei suggerimenti per la casa, qui troverai spunti e suggerimenti utili in vari campi del settore casa.
Crea la casa
Seguici

Lascia un commento se vuoi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *