0 Flares 0 Flares ×

Con l’arrivo dell’estate, dobbiamo pensare a come proteggere la casa dagli insetti ma soprattutto dalle fastidiose zanzare che ci impediscono di riposare tranquillamente durante la notte! Come fare per dormire sonni tranquilli?.

Il rimedio più ecologico riguarda probabilmente la realizzazione e l’installazione di zanzariere che permetteranno di tenere le zanzare fuori di casa anche quando apriamo le finestre e lontano dal nostro letto mentre riposiamo.

Mettere le zanzariere agli infissi potrebbe sembrare una decisione semplice ma appena iniziamo a chiederci quale scegliere e quale sia la più adatta alle proprie esigenze, si capisce che la scelta dei prodotti presenti nel mercato è davvero molto ampia e quindi più difficile del previsto. Oggi si trovano anche prodotti innovativi e versatili in grado cioè di rispondere a tutte le differenti necessità.

Crea la casa vuole guidarvi su come scegliere la zanzariera giusta per voi.

Come scegliere la zanzariera

La prima distinzione da fare pertanto è quella tra zanzariere fisse e mobili. 

Le prime, le zanzariere fisse, sono quelle che si fissano al telaio delle finestre o ancor meglio, se vi è la possibilità, che si applicano alle persiane non intralciando così l’affaccio rendendole però efficaci solo di sera ma dando così la possibilità di tenere aperti gli infissi con le persiane chiuse.

Le zanzariere mobili  invece possono essere a rullo, come le tapparelle e cioè dotate di sistema di avvolgimento e facilmente adattabili a tutti i tipi di infissi: hanno il pregio di non avere alcun ingombro ma il difetto di durare poco perché i profili, montati sui bordi laterali, a forza di scorrere nei binari tendono a strapparsi e a danneggiare il tessuto.

Esistono in alternativa quelle  a telaio rigido, che si sollevano a scorrimento , e sono le più robuste ed anche molto semplici da pulire; quelle plissettate o anche quelle a soffietto invece sono decisamente molto delicate e tendono a tagliarsi lungo le pieghe, se rimangono chiuse per molto tempo

Ancora ci sono le zanzariere ad incasso o  elettriche, scorrevoli ed avvolgibili, perfette per i balconi e le finestre di grandi dimensioni in quanto vanno fatte su misura:  sono probabilmente le più care sul mercato ma vengono montate tra l’infisso e la tapparella, al riparo quindi sia dal freddo che dagli agenti atmosferici e diventano quindi una soluzione durevole ed efficace.

In ogni caso, qualunque sia il genere di zanzariera che scegliamo, tra quelle mobili, oggi con la domotica è possibile realizzare sistemi di automatismo tali da permettere di comandarle tutte direttamente dall’ingresso della propria abitazione o addirittura anche quando si è fuori, lontano dalla propria casa, con una semplice applicazione sul proprio telefonino.

Infine, esistono, tra le soluzioni più economiche, le zanzariere magnetiche che prevedono un sistema di trattenimento del telo con magneti agli infissi.

Scelto il modello adatto alle nostre esigenze, si può passare a decidere il materiale.

La struttura della zanzariera è composta da guide in alluminio, o in plastica rigida, che sorreggono una rete a maglie molto fitte che blocca gli insetti e lascia liberamente fluire l’aria. L’importante è scegliere dei materiali di buona qualità e che consentano di avere una buona resistenza. Un tessuto non idoneo, infatti. può resistere una o due stagioni e magari strapparsi durante un temporale.

Quali sono i materiali con i quali realizzare i telai delle zanzariere?

  • fibra di vetro rivestita in PVC: resistente agli strappi, alle folate di vento ed alle intemperie ed anche facile da pulire – ideale quindi per gli infissi di un’abitazione;
  • profili in alluminio ad alto spessore:per avere un telaio più rigido e quindi più resistente ad urti e strappi ed adatto anche a schermare piccole aperture in casa, in cortile o in giardino;
  • telaio in plastica: più economico anche se meno duraturo nel tempo, multiuso e versatile, abbina estetica e convenienza.

In più oggi esistono sul mercato anche zanzariere dotate di tessuti oscuranti, per ottenere negli ambienti il buio totale, riparando dalla luce intensa e dal sole oppure con tessuti ricamati, o con sistemi anti-vento e anche guide fluorescenti.

Novità!

Le guide fluorescenti non sono le ultime novità presenti sul mercato! Oggi si possono trovare finanche zanzariere con sistemi di antifurto e sistemi di antintrusione in quanto dotate di raggi infrarossi inseriti nel telaio.

Consiglio di Crea la casa!

Oggi le zanzariere di ultima generazione sono quasi del tutto riciclabili, in quanto utilizzano in larga parte alluminio, materiale ecologico e riutilizzabile.

Se in casa ci sono cani o gatti, bisogna escludere tutte quelle zanzariere che montano una rete corredata da bottoncini tensori e orientarsi sulle porte a battente, o quelle a scorrimento, asportabili e riponibili nella stagione fredda, con rete in fibra metallica antivento e termosaldata, così da disporre di elementi più solidi e resistenti, che possano sopportare l’irruenza dei nostri amici a 4 zampe.

 

Se hai bisogno di avere suggerimenti e consigli o vuoi sentire il parere dei nostri esperti, non esitare a contattarci!

CREA LA CASA è a vostra disposizione, basta premere il pulsante qui sotto.

Crea la casa
Seguici

Crea la casa

Crea la casa è il Blog dei suggerimenti per la casa, qui troverai spunti e suggerimenti utili in vari campi del settore casa.
Crea la casa
Seguici

Lascia un commento se vuoi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *